Quali sono i tuoi sintomi? Clicca sul tuo sintomo e leggi la risposta.

Gengive gonfie e arrossate

Se le gengive SANGUINANO, o sono arrossate e gonfie sono il segno di un’INFIAMMAZIONE INTENSA spesso associata ad un’inefficace igiene orale. Un’ accurata igiene e controlli periodici sono il primo passo verso la guarigione.

L’assunzione di farmici ANTIEPILETTICI o CHEMIOTERAPICI, ANTIDEPRESSIVI, TRANQUILLANTI, IMMUNOSOPPRESSORI, BETABLOCCANTI può determinare la comparsa di gonfiore e arrossamento alle gengive chiamato IPERTROFIA GENGIVALE. Per chi è sottoposto a tali terapie si consiglia di mantenere un’accurata igiene orale e di visitare con maggior frequenza il dentista.

COSA FARE

Richiedi una visita di controllo al tuo specialista di fiducia

Macchie bianche sulle gengive

La presenza di MACCHIE BIANCASTRE si riscontra in numerose patologie benigne del cavo orale, un immediato controllo dal dentista permetterà di diagnosticare la natura e l’entità delle lesioni.

COSA FARE

Richiedi una visita di controllo al tuo specialista di fiducia

Le gengive si ritirano

La forma più grave della MALATTIA PARODONTALE, definita con un termine ormai obsoleto PIORREA, è legata ad una progressiva perdita dell’osso e conseguentemente alla retrazione gengivale. La rapidità con cui questi segni si manifestano e progrediscono sono legati alla predisposizione individuale, a fattori predisponenti e aggravanti, alla capacità di mantenere un’igiene efficace. Pur essendo presenti forme congenite di questa malattia, generalmente essa si associa alla presenza di placca e tartaro sopra e sottogengivale che causa un’intensa infiammazione. L’accurata rimozione del tartaro e il raggiungimento di un’igiene orale personale soddisfacente è l’unica terapia che permetta di arrestare la progressione della malattia.

COSA FARE

Richiedi una visita di controllo urgente al tuo specialista di fiducia

DENTI

MASTICAZIONE

SORRISO