Le faccette migliorano da un punto di vista estetico il colore, la forma e la posizione dei denti. Sono delle sottili lamine di porcellana che servono a ricoprire la superficie  esterna dei denti anteriori. Esistono anche faccette in composito che se da un lato tendono a macchiarsi più facilmente e per questo durano meno di quelle in porcellana, d’altro canto sono facilmente riproducibili e si sostituiscono con maggior comodità. Le faccette si applicano in caso di fratture o scheggiature, denti deformati, oppure quando i denti non reagiscono favorevolmente allo sbiancamento dentale per particolari motivi.  Lo specialista è in grado di realizzare anche faccette modificandone la forma rispetto al dente, in modo da chiudere l’eventuale spazio che può esistere tra due denti.

Prima dell’applicazione delle faccette viene rimossa una piccola quantità di smalto, pari allo spessore della faccetta in modo che la posizione del dente non venga modificata. Dopodiché viene presa un’impronta affinché l’odontotecnico riesca a realizzare l’elemento della forma e del colore desiderato. In una seconda seduta la faccetta viene applicata sulla superficie del dente tramite una particolare colla adesiva. Una volta che la faccetta è stata posizionata possono seguire operazioni di rifinitura affinché collimi alla perfezione con la dentatura del paziente.