Quando la polpa, la parte interna di un dente, è danneggiata è necessaria una terapia canalare. Una carie o un trauma può danneggiare la polpa. Se la polpa si infetta e se l’infezione si diffonde nel canale può generare un ascesso. Questo tipo di terapia (endodonzia) è necessaria per evitare la diffusione dell’infezione che nei casi peggiori può portare all’estrazione. Il canale deve essere sanato dalle infezioni, pulito e otturato per evitare una possibile futura infezione, che, se la terapia è eseguita correttamente, difficilmente si ripresenterà. In ogni caso, anche se dovesse occorrere, è sempre possibile ripetere il trattamento. Il dente curato con questa terapia manterrà l’aspetto originario. Potrebbe leggermente scurirsi ma è possibile in qualsiasi momento ripristinare la tonalità originale.
Conservare i propri denti è sempre la soluzione migliore per ogni essere umano. Trascurare un’infezione del genere porterà presto o tardi all’estrazione del dente.