La sensibilità dei denti può colpire chiunque e può essere il sintomo di un disturbo più importante: quando lo smalto è danneggiato la dentina è maggiormente esposta ed è questa a dare la sensazione sgradevole di eccessivo freddo o caldo. Ad esempio l’abrasione dovuta alla spazzolatura troppo energica o avvenuta in maniera non corretta o l’erosione dovuta agli acidi alimentari possono consumare lo smalto ed esporre la dentina. Oppure lo stesso effetto può essere causato dal perpetuo digrignamento o dalla rottura di un dente.

Un’altra causa  di denti sensibili può essere individuata nelle gengive che, recedendo, espongono la radice del dente, priva dello strato di smalto. La regressione delle gengive può essere a sua volta causata da una stratificazione nel tempo di placca e tartaro.

La sensazione si manifesta soprattutto quando si consumano cibi o bevande fredde, calde, dolci o acide.

Un rimedio potrebbe essere un semplice dentifricio per denti sensibili, ma per accertare esattamente lo stato di salute del dente è necessaria una visita presso i nostri centri. Infatti è solo lo specialista a poter individuare esattamente di cosa si ha bisogno ed eventualmente adottare una terapia a base di sostanze desensibilizzanti. Nei casi più gravi si può anche sigillare i denti esposti coprendo la dentina o talvolta può essere necessario devitalizzare il dente stesso.

Anche la prevenzione di questi disturbi consiste nel prendersi cura con costanza della propria igiene orale.