Ogni persona dovrebbe utilizzare il tipo di spazzolino da denti che più si addice alla conformazione della propria bocca. Il dentista può sicuramente darvi un prezioso consiglio in questo senso.

Tuttavia, gli adulti dovrebbero utilizzare uno spazzolino medio-piccolo con setole o filamenti in nylon ed estremità arrotondate. Le testine devono essere di dimensioni che consentono di intervenire in tutte le aree della bocca. I bambini devono usare lo stesso tipo di spazzolini, ma un po’ più piccoli.

Esistono poi anche spazzolini ideali per chi ha denti storti: in genere hanno testine più piccole e morbide che consentono di adeguarsi alle irregolarità della propria bocca.

Lo spazzolino dovrebbe essere sostituito ogni mese o comunque non appena le setole si consumano: se si sono deformate significa che è il momento di cambiarlo perché non garantiscono la corretta pulizia.

Le setole dello spazzolino devono essere posizionate alla base dei denti formando un angolo di 45 gradi con il dente stesso e cercando di inserire con un leggero movimento vibratorio le setole nelle gengive. I movimenti devono essere di spazzolamento verticale allontanandosi dalla gengive e poi  circolari su tutta la superficie del dente e devono essere ripetuti per ogni dente. Per pulire le superfici interne dei denti frontali, inclinare lo spazzolino verticalmente e fare dei piccoli movimenti circolari con le setole. Bisogna ricordare che la setola deve sempre essere angolata rispetto alla gengiva. Se la gengiva dovesse sanguinare sarebbe meglio farlo presente al dentista per accertarne la causa.

E’ importantissimo pulire anche gli spazi interdentali, aiutandosi con un filo interdentale o uno scovolino. Questi strumenti devono essere un completamento dello spazzolino e non un’alternativa. I nostri igienisti saranno lieti di mostrarvi il modo corretto di utilizzarli.

Infine per un alito fresco e una bocca più sana sarebbe meglio pulire anche la lingua in modo da rimuovere anche da lì i batteri.