Le sedute di igiene dentale professionali sono indispensabili in un corretto protocollo di igiene e prevenzione orale e insieme ai check up di controllo periodico contribuiscono al successo della prevenzione. Senza check up accurati e periodici e sedute di igiene efficaci non è possibile realizzare una odontoiatria preventiva di successo. Come rendersi conto della qualità e dell’efficacia di una seduta di igiene?

Innanzitutto verificate che chi vi fa la seduta di igiene sia un parodontologo o un laureato in  igiene dentale. Solo una corretta qualificazione e una buona esperienza clinica saranno garanzia di risultato.

Il criterio più facile e importante per distinguere l’efficacia di una seduta di igiene è il tempo che l’igienista vi dedica: una prestazione accurata ed efficace non può durare meno di un’ora!

La prestazione infatti deve consistere in una serie di fasi essenziali:

  • rimozione del tartaro con ablatore a ultrasuoni
  • pulizia della parte delle radici dei denti che è accessibile
  • smacchiatura delle superfici dei denti
  • lucidatura con pasta lucidante per evitare che le superfici dei denti rimangano porose per ciascun dente

Queste fasi, solo se eseguite nella loro completezza, vi consentono di avere denti ripuliti da placca e da tartaro e superfici dei denti lucide in modo da ridurre la possibilità di riformazione della placca stessa.

L’igienista deve anche aiutare a capire il paziente se si commettono errori nel pulire i denti a casa perché è chiaro che se non ci si lava bene i denti anche a casa bisogna andare più spesso a fare la pulizia dal dentista se si vuole conservare basso il rischio di carie e infiammazioni gengivali. In meno di 1 ora non è possibile che questa prestazioni sia fatta bene.

E’ bene ricordare quindi che solo in una clinica dentale orientata ad un’odontoiatria di prevenzione e conservativa l’attenzione degli odontoiatri e delle igieniste coinciderà con l’interesse del paziente di mantenere nel tempo un buon stato di salute dei propri denti e delle gengive e potrà ridurre quindi il rischio di insorgenza di patologie più invasive e più costose. Un approccio diverso con poca attenzione alla prevenzione, poca cura dell’efficacia delle prestazioni di igiene e poca attenzione ai controlli si tradurrà invece in cure (più costose) di quelle patologie (carie, parodontiti o più invasive) che di volta in volta si presenteranno ma che in realtà potevano essere  prevenute.